Da molto tempo si ipotizza sull’efficacia del canna­bi­diolo (CBD) nel ridurre la frequenza degli attacchi. È una sostanza conte­nuta nella cannabis sativa che ha un’azione prolun­gata e sembra non avere effetti colla­te­rali psichia­trici. Le infor­ma­zioni ripor­tate dai media su singoli casi spetta­co­lari hanno aumen­tato le aspettative.

Il prepa­rato a base di canna­bi­diolo Epidyolex® è stato appro­vato in Svizzera dal 2021. È usato come terapia aggiun­tiva contro le convul­sioni nei bambini a partire dai due anni e negli adulti con le forme rare e gravi di epilessia della sindrome di Dravet o della sindrome di Lennox-Gastaut. In prece­denza, studi control­lati corri­spon­denti erano stati condotti con successo. 

Non c’è ancora un’ap­pro­va­zione per altre forme di epilessia che sono diffi­cili da trattare. In casi giusti­fi­cati, tuttavia, il neuro­logo può prescri­vere Epidyolex® “off-label” su richiesta della persona affetta o dei genitori e presen­tare una domanda alla compa­gnia di assicu­ra­zione sanitaria per la coper­tura dei costi. 

Contra­ria­mente a quanto presu­mono molte persone, anche il CBD causa effetti colla­te­rali (ad es. sonno­lenza, perdita di appetito, diarrea e, parados­sal­mente, anche un aumento occasio­nale di convul­sioni) e può avere intera­zioni con altri medicamenti.

Swiss­medic offre una una panora­mica dei prodotti conte­nenti canna­bi­diolo con un aiuto all’esecuzione..

Ultimo aggior­na­mento: settembre 2021

Tutte le domande frequenti